HomeInformazioni Generali

Informazioni generali

Comune di Fratta Polesine

Biblioteca Comunale -  "Giovanni Maria Bonardo"

Bibliotecaria: Rita Franceschetti

Via G. Tasso 37 - 45025 Fratta Polesine (RO)

Tel: +39 0425 668030, Fax: +39 0425 668607, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Orario di apertura al pubblico:

Giorni
Orari
Martedì
dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Giovedì
dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Sabato
dalle ore 15.30 alle ore 18.00

 


 


Comitato di gestione della Biblioteca
"G. M. Bonardo" di Fratta Polesine

  • Tiziana Galiotta - Presidente

  • Tamara Prudenzato

  • Cecilia Stecca

  • Evelin Odorizzi

  • Valeria Gotti

  • Francesco Trevisan

  • Elisa Tosarello


Biblioteca di Fratta Polesine

Nel 1873 funziona a Fratta Polesine una biblioteca popolare nata per iniziativa della Società di Incoraggiamento all'Istruzione e all'Educazione popolare di Rovigo per offrire un'occasione di arricchimento culturale ad operai e contadini. Ha 100 soci tra cui diversi maestri, è sostenuta economicamente dal Comune, risulta essere aperta alla consultazione dei volumi in sede e garantisce il servizio del prestito a domicilio. La sua storia riflette le tappe delle altre similari realtà bibliotecarie polesane e italiane sorte negli ultimi decenni dell'Ottocento.

Nel 1971 si istituisce la biblioteca civica pubblica intitolandola a Giovanni Maria Bonardo, erudito e poligrafo frattense del '500 che diede vita all'Accademia dei Pastori fratteggiani.

È aperta al pubblico nel 1973 con un proprio statuto e regolamento e una piccola raccolta libraria per lo più formatasi con doni di privati e di enti pubblici.

Fin dalla sua istituzione la biblioteca è parte integrante del tessuto civile e sociale della Comunità: promuove significative pubblicazioni di storia locale e mostre, si dota di un gabinetto fotografico, organizza l'animazione estiva per i ragazzi.

Nel 2006 riapre al pubblico, al secondo piano di Palazzo Campanari, sede municipale, in uno spazio facilmente accessibile, reso funzionale dai lavori di ristrutturazione e destinato ai servizi culturali del Comune. È una biblioteca multimediale ed aderisce al Sistema Bibliotecario della Provincia di Rovigo.

Palazzo Campanari

L'edificio, che è sede della Biblioteca comunale, compare già nel Catastico Veneto del 1775 come casa domenicale di Domenico Campanari. È un costruzione del Settecento, posto sulla riva destra del fiume Scortico e costituito da un massiccio corpo centrale che si sviluppa su tre piani e su due ali laterali più basse. Si accede al piano terreno con una scala esterna a due bracci. La facciata è caratterizzata da un frontone semicircolare posto in risalto da un aggetto della muratura del corpo centrale e da tre portali ad arco che si sovrappongono nella parte centrale. Già dal 1873 l'interno ha subito diverse modifiche per adattarlo a sede municipale e scuole comunali. Il parco ai lati della casa oggi non è più esistente.

Della corte, che si sviluppava nel retro del Palazzo, rimane una barchessa, un deposito e un rustico separato dal resto degli edifici.


Iscrizione alla Biblioteca

L'iscrizione alla Biblioteca, gratuita, è necessaria per il prestito di libri e dvd e per utilizzare i servizi multimediali.Il modulo di iscrizione deve essere compilato e consegnato in Biblioteca, durante gli orari di apertura al pubblico.

Nel caso di minorenne la richiesta di iscrizione va presentata dal genitore che esercita la patria potestà o da chi ne fa le veci.

L'accesso a Internet deve essere esplicitamente autorizzato.

I cittadini non residenti nella provincia di Rovigo sono tenuti al versamento di una cauzione di € 20,00.
Tesseraiscrizione 1


Sala Civica

Sala civica "Giacomo Matteotti"

Il salone centrale è utilizzato, oltre che per la lettura informale a scaffale aperto, anche per conferenze, visioni collettive e incontri culturali, grazie agli arredi facilmente spostabili. È attrezzato con sistema audio, videoproiettore e schermo a parete.
La sala è a disposizione di tutte le associazioni e i cittadini che ne facciano richiesta per proiezioni di diapositive, riunioni, seminari e manifestazioni a carattere culturale, non a scopo di lucro. La sala può essere concessa allo stesso richiedente per un massimo di 8 giorni consecutivi.

Modalità di richiesta

Le richieste per l'utilizzo della sala devono essere presentate, almeno due giorni prima, all'Ufficio dei servizi sociali e culturali del Comune.
I richiedenti devono essere in possesso, a proprie spese, di tutte le autorizzazioni e nulla osta eventualmente previsti dalla normativa vigente per l'attività che si intende svolgere nella sala civica.

Cauzione

Associazioni e privati devono versare un deposito cauzionale di € 100,00 presso la Tesoreria Comunale, che verrà restituito previa verifica dell'Ufficio Tecnico Comunale che non sono stati arrecati danni alla struttura ed agli impianti.

Costi di utilizzo

€ 13,00 per ogni giorno o frazione di giorno
L'utilizzo della sala è gratuito per le istituzioni, scuole e organismi collegiali della scuola.

 

BIBLIOTECA FRATTA